Sistemi di Gestione

Sistemi di Gestione (8)

Dotarsi di un SGA ovvero di un Sistema di Gestione Ambientale conforme alla ISO 14001 consente all'azienda di identificare, tenere sotto controllo e coordinare tutte le attività con impatto ambientale. Si ricorda che implementare un SGA è una scelta aziendale volontaria così come adottare un SGQ conforme alla ISO 9001 o un SGS conforme alla OHSAS 18001.

Lo standard BS OHSAS 18001 specifica i requisiti per un Sistema di Gestione della Salute e della Sicurezza del Lavoro (o più brevemente SGSSL).

La norma  che tutti conosciamo come ISO 9001 in realtà ha il seguente titolo ovvero UNI EN ISO 9001 in quanto inizialmente è stata emessa dalla ISO, successivamente recepita dalla Comunità Europea (Eurorean Normation) ed infine approvata dall'UNI (Ente di Normazione Italiano www.uni.com).

A distanza di svariati anni dalla sua pubblicazione e dalle migliaia di implementazioni e relative certificazioni lo standard ISO 9001 rimane un valido strumento per un'azienda che voglia uniformare e migliorare i propri processi aziendali al fine di perseguire il miglioramento continuo.

Se la Direzione aziendale ha il chiaro obiettivo di migliorare la propria organizzazione la ISO 9001 non va vista come un "solo costo" ma come un mezzo con il quale:

  • aumenta la "chiarezza" nei compiti ed attività svolte in azienda
  • si riducono le inefficienze non solo in produzione ma anche nei processi a supporto (Amministrazione, Ufficio Tecnico, etc)
  • si migliora nella gestione del personale con una chiara individuazione di chi-fa-cosa, ovvero con mansioni assegnate in riferimento alle competenze in possesso e necessarie per svolgerle
  • si migliora nel controllo degli obiettivi aziendali ponendosi target da raggiungere e pianificando le azioni per raggiungerli (attività da svolgere, risorse, tempi)

L'obiettivo principale della ISO 9001 è perseguire il miglioramento della soddisfazione del cliente ma tale obiettivo va visto chiaramente nell'ottica del miglioramento complessivo dell'azienda che porta ad ottimizzare i costi aumentando i margini.

L'attuale quadro normativo Europeo richiede per i prodotti da costruzione l'obbligatorietà della Marcatura CE.
A tal fine si ricorda che è possibile marcare CE un "prodotto" solo qualora esistano delle norme "armonizzate" (ovvero emesse dai Paesi membri dell'Unione Europea) alle quali fare riferimento per l'appunto nella fabbricazione / costruzione del prodotto.

La Direttiva Europea 89/106/CEE o Direttiva Prodotti da Costruzione (più comunemente nota come CPD) ha introdotto in tutta Europa l’obbligo della Marcatura CE per la produzione e commercializzazione di ogni materiale da costruzione. La relativa Marcatura CE apposta indica pertanto la conformità all’uso previsto in riferimento alle norme tecniche specifiche per ogni prodotto da costruzione.

Secondo la norma, le aziende (organizzazioni) che realizzano strutture saldate, o parti di esse, in acciaio o in alluminio, devono eseguire tali attività in accordo alle parti rilevanti delle norme della serie UNI EN ISO 3834. La relazione tra le classi di esecuzione delle strutture e le norme UNI EN ISO 3834 applicabili è contenuta all’interno della norma EN 1090-1.

Inoltre, la EN 1090 richiama a riferimento anche ad altri standard di qualifica dei procedimenti e degli operatori di saldatura quali ISO 14731, EN 278 e EN ISO 15614

La SINT oltre ad implementare Sistemi di gestione per la Sicurezza OHSAS 18001 supporta le aziende nella Valutazione dei rischi e negli adempimenti previsti dal Dlgs 81/08.

Periodicamente vengono organizzati corsi di formazione per:

  • RSPP / ASPP
  • RLS
  • LAVORATORI rif. ACCORDO STATO REGIONI 
  • Primo soccorso
  • Antincendio.

Gestire in azienda le Non conformità (o più brevemente NC) secondo i requisiti della ISO 9001  significa gestire gli "eventi negativi" ovvero:

- in un'azienda di produzione significa in primo istanza "registrare" (su un foglio cartaceo o su di un software)i i pezzi/articoli/prodotti scartati per un qualche difetto (es. malfunzionamento, difetto estetico, etc)

- in un'azienda che eroga un servizio registrare il servizio Non conforme ad esempio ovvero il tipo di problema riscontrato nel Servizio, il responsabile, etc etc

E' evidente quindi come, a seconda del tipo di prodotto / servizio, si debba procedere con diverse modalità operative.

 

CERTIFICAZIONE PER FRIGORISTI DI 1° CATEGORIA

(Reg. CE n. 303/2008 - DPR 43/2012 - Reg. ACCREDIA RT-28)

La SINT organizza nel periodo di maggio/giugno 2013 ad Osimo (Ancona) nei propri uffici di via Grandi i corsi obbligatori per il conseguimento della certificazione per frigorista di 1° categoria ai sensi del DPR 43/2012.

Il Modulo Formativo di n. 8 ore tratterà i seguenti argomenti:

  • Normativa ambientale
  • Elementi di Termodinamica
  • Elementi di impianti
  • Saldobrasatura
  • Attività operative sull’impianto gas

Al termine della formazione i partecipanti dovranno sostenere il relativo esame di certificazione in conformità al Regolamento CE n.303/2008 - DPR 43/2012 – Reg. ACCREDIA RT-28.

Verrà quindi rilasciato il patentino con la qualifica di "Personale Tecnico abilitato alle attività di installazione, riparazione, manutenzione, recupero, controllo delle perdite  nelle apparecchiature fisse di refrigerazione, condizionamento e Pompa di calore contenenti gas refrigeranti fluorurati ai sensi del Regolamento (CE) 303/2008"

Si ricorda che è operativo il Registro telematico Nazionale delle persone e delle imprese certificate per l'utilizzo dei Gas Fluorurati ad effetto serra al quale è obbligatorio iscriversi rif. www.fgas.it

Per ulteriori dettagli Brochure informativa.