SINT - soluzioni integrate

SINT - soluzioni integrate

Dic 10 2018

Ricambio Generazionale

Con Decreto n. 81/IAF del 20/12/2013 è stato approvato, in attuazione del progetto “Ricambio generazionale” (DGR n. 296/2013), l’Avviso pubblico che prevede la concessione di contributi e agevolazioni per progetti integrati di sviluppo delle PMI in fase di ricambio generazionale, finanziato con risorse regionali e con risorse del Programma Operativo Regionale FSE Marche 2007/2013.


L’Avviso finanzia Piani di sviluppo finalizzati a garantire la continuità delle imprese in transizione generazionale attraverso operazioni di trasferimento della proprietà e della conduzione aziendale sia verso eredi/successori/dipendenti sia verso acquirenti esterni. 

Ogni piano di sviluppo deve articolarsi in una o più delle seguenti misure, di cui solo la prima è obbligatoria ai fini dell’ammissibilità:
1. Assunzione a tempo determinato, per minimo  12 mesi, di un Manager temporaneo;
2. Attività di formazione di eredi/successori attraverso voucher formativi;
3. Investimenti materiali e/o immateriali funzionali all'attuazione del piano di sviluppo;
4. Servizi di consulenza specialistica funzionali all'attuazione del piano di sviluppo;
5. Sostegno finanziario all'operazione di trasferimento.

Ibeneficiari dell’Avviso sono micro, piccole e medie imprese industriali, artigiane e di servizi alla produzione, con sede legale e operativa nella Regione Marche, che all’atto della presentazione della domanda risultino avere l’imprenditore che cede la titolarità dell’impresa che ha compiuto 65 anni di età; l’attività economica rientrante nelle attività identificate dai codici ATECO 2007 sezione B, C, D ed E; essere disponibili ad assumere per il periodo non inferiore a 12 mesi e non superiore a 24 mesi un Manager Temporaneo e a sostenere parte dei costi.

La procedura di selezione dei progetti sarà valutativa a sportello: pertanto le domande di agevolazione saranno considerate ricevibili, ammesse all’attività istruttoria e valutate secondo una griglia di criteri di qualità ed efficacia progettuale secondo l’ordine cronologico di arrivo in modalità digitale via PEC sino a quando i progetti ammessi a finanziamento abbiano esaurito i fondi disponibili.

Dotazione finanziaria: € 1.059.593,50
Apertura dello sportello: le imprese interessate possono presentare progetti aventi le suddette caratteristiche dal 3 marzo 2014, a partire dalle ore 9,30.
Pubblicazione Avviso: Bollettino Ufficiale Regione Marche del 30 dicembre 2013.

Dic 10 2018

La 1090

L'attuale quadro normativo Europeo richiede per i prodotti da costruzione l'obbligatorietà della Marcatura CE.
A tal fine si ricorda che è possibile marcare CE un "prodotto" solo qualora esistano delle norme "armonizzate" (ovvero emesse dai Paesi membri dell'Unione Europea) alle quali fare riferimento per l'appunto nella fabbricazione / costruzione del prodotto.

La Direttiva Europea 89/106/CEE o Direttiva Prodotti da Costruzione (più comunemente nota come CPD) ha introdotto in tutta Europa l’obbligo della Marcatura CE per la produzione e commercializzazione di ogni materiale da costruzione. La relativa Marcatura CE apposta indica pertanto la conformità all’uso previsto in riferimento alle norme tecniche specifiche per ogni prodotto da costruzione.

Secondo la norma, le aziende (organizzazioni) che realizzano strutture saldate, o parti di esse, in acciaio o in alluminio, devono eseguire tali attività in accordo alle parti rilevanti delle norme della serie UNI EN ISO 3834. La relazione tra le classi di esecuzione delle strutture e le norme UNI EN ISO 3834 applicabili è contenuta all’interno della norma EN 1090-1.

Inoltre, la EN 1090 richiama a riferimento anche ad altri standard di qualifica dei procedimenti e degli operatori di saldatura quali ISO 14731, EN 278 e EN ISO 15614

Dic 10 2018

Avviso pubblico per la presentazione di progetti formativi di supporto alle attività degli Istituti Tecnici Superiori delle Marche

Con D.G.R.  n. 1386 del 7 ottobre 2013 la Regione Marche ha adottato i criteri per il consolidamento del Sistema di Istruzione e Formazione Tecnica Superiore, degli Istituti Tecnici Superiori e per l’attivazione dei Poli Tecnico Professionali nel territorio delle Marche per il triennio 2013-2015 stabilendo che per gli ITS l’importo massimo di contributo regionale è di € 60.000,00 per ogni corso biennale a valere parte sulle risorse FSE e parte sulle risorse regionali “misure anticrisi” per quanto riguarda l’azione 4 relativa alle borse di studio.

Inoltre con la stessa DGR sono stati indicati i criteri e le modalità per la concessione di detti ausili finanziari.

Si conferma la possibilità di attingere alle risorse FSE in quanto i progetti riguardano la costruzione di reti e le Fondazioni di Partecipazione ITS rappresentano una rete complessa di soggetti quali le Istituzioni scolastiche, le Università, le Imprese del settore produttivo, gli Enti di Formazione accreditati e gli Enti Locali, che finalizzano l’attività formativa anche allo sviluppo tecnologico delle imprese che si realizza attraverso l’attività di laboratorio e di ricerca.

La scadenza di presentazione delle domande è il 12 febbraio 2014.

Dic 10 2018

INAIL Bando ISI 2013

E’ stato pubblicato dall’Inail il bando ISI 2013 relativo agli incentivi previsti dal Testo Unico sulla sicurezza, destinati alle aziende che vogliano attivare progetti di miglioramento dei livelli di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro.

Le risorse disponibili ammontato ad 307.359.631 euro (ripartiti in budget regionali) di cui:
- 295.238.520 euro per i progetti di investimento e per l’adozione di modelli organizzativi e di responsabilità sociale;
- 12.121.093 euro per la sostituzione o l’adeguamento del parco macchinari e attrezzature in uso prima del 21 settembre 1996.

Destinatarie del bando sono le imprese, anche individuali, iscritte alla Camera di Commercio, con esclusione di quelle già ammesse a contributo con gli Avvisi Inail 2010, 2011, 2012 e 2013.

Le imprese interessate potranno presentare un solo progetto, per una sola unità produttiva su tutto il territorio nazionale, riguardante una sola tipologia tra:
- progetti d'investimento per il miglioramento delle condizioni di salute e sicurezza sul lavoro;
- progetti per l'adozione di modelli organizzativi e di responsabilità sociale;
- progetti per la sostituzione o l'adeguamento di attrezzature di lavoro e macchinari obsoleti, in servizio prima del 21 settembre 1996.

Il contributo è concesso nella misura del 65% dell’investimento, per un massimo di 130.000 euro.

L’operazione di richiesta degli incentivi da parte delle aziende si svolgerà in due fasi principali.

Nella prima fase, compresa tra il 21 gennaio e l’8 aprile 2014, le imprese, attraverso un’apposita procedura informatica disponibile sul sito www.inail.it/PuntoCliente (previa registrazione), possono inserire il progetto.
Se il progetto ha le caratteristiche richieste, le imprese possono partecipare alla seconda fase di invio telematico della domanda definitiva.

Il contributo verrà assegnato, fino ad esaurimento delle domande, secondo l’ordine cronologico di invio.

La SINT supporta le Aziende nell'elaborazione del progetto da presentare unitamente a tutta la documentazione necessaria. Per eventuali chiarimenti contattare la SINT tel. 071.7108983 - e.mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

link INAIL

Dic 10 2018

Sono aperte le ISCRIZIONI al corso di formazione "SALUTE E SICUREZZA: LAVORATORI DEL SETTORE CALZATURIERO/PELLETTIERO" Finanziato dalla Provincia di Fermo in riferimento agli obblighi del Dlgs81 art.37 e dell'Accordo Stato-Regioni del 21/12/11.

SINTESI PROGRAMMA DIDATTICO

Modulo1 : Prevenzione E Sicurezza Sul Lavoro: Formazione Generale (4 ore)

Modulo 2: Valutazione dei rischi e procedure in sicurezza nel settore calzaturiero/pellettiero - formazione specifica (12 ore).

DESTINATARI E REQUISITI

Numero Allievi: 15 partecipanti, di cui 8 donne.

Destinatari: lavoratori dipendenti, come definiti secondo l’art.2 del Dlgs 81/08, di aziende aventi sede operativa nella Provincia di Fermo operanti nel settore calzaturiero/pellettiero

DURATA E MODALITA’ DI SVOLGIMENTO

Durata Corso: Il corso, completamente gratuito, sarà articolato in 16 ore teoriche

Periodo e Modalità di Svolgimento: Il corso si svolgerà dal 16 dicembre 2013 al 16 gennaio 2014. Le lezioni, della durata di 4 ore, si terranno due volte a settimana.

link Provincia di Fermo